Statistiche accessi

Gigio Rosa - Made in Eventi Agenzia di Spettacolo e Management Campania





Cerca
Agenzia di Spettacolo
Vai ai contenuti

Menu principale:

Animazione


Per contatti 3401436844
Gigio Rosa


nato a Napoli il 7 aprile, sotto il segno dell’ariete, da mamma marchigiana e papà napoletano. Figlio unico, cresce immerso nella musica grazie all’azienda di famiglia, un negozio di dischi nel quartiere Colli Aminei a Napoli, chiuso solo di recente, ma che vorrebbe riaprire molto presto. Vive i primi anni della sua vita nel centro della città, per poi spostarsi, prima in provincia, dove inizia la sua attività professionale, poi a pochi metri dallaReggia di Caserta, dove tuttora risiede. Già da bambino, la propensione di Gigio verso il mondo dello spettacolo era evidente: dapprima piccolo attore nelle recite scolastiche, poi apprendista cronista in un corso per piccoli giornalisti, fino alla sua adolescenza, quando cominciò a regalare a tutti i compagni di classe, audiocassette con i suoi primi artigianali dj-set. Sin da piccolo amava attirare l’attenzione su di se: conosceva a memoria le sigle dei cartoni animati e quelle dei programmi tv, che spesso cantava davanti a tutta la classe su richiesta degli insegnanti.
Grazie ai fratelli
Massimo e Rosario Fava, negli anni ’80 tra i dj più quotati in Campania, sboccia la sua passione per le consolle. Tra i "dischi mix" in vinile del suo negozio, Gigio acquisisce le prime tecniche di missaggio. Anche i 45 giri erano perfetti per i primi passaggi, purché i giradischi fossero dotati di panno e sottodischi in plastica. Dalle feste private all’arrivo in radio, il passo fu breve, anche se il primo approccio fu grazie ad una scommessa con un dj di Villaricca, tale "Dj Tommy detto Zio Tom". Prima come fonico a Radio Alba Rete 5, poi impostatissimo e impacciatissimo speaker con "regolare", nonché "improponibile", nome d’arte (Emanuele Floris). Eugenio Cavaliere, editore della radio di cui sopra, credette subito in lui e gli diede la prima spinta.Dopo una veloce esperienza a Radio Crc, arriva il salto in un importante network radiofonico, grazie al coraggio e alla determinazione di lt Gianni Simioli. Numerose le esperienze nel periodo "network": serate in piazze e locali di tutta Italia, ideazione di programmi radiofonici di successo, partite di calcio con la nazionale dj-radio in cui Gigio era titolare come regista a centrocampo. Sicuramente la coppia radiofonica con Rosario Pellecchia resta uno dei più bei ricordi di quel fortunato periodo professionale. In quegli anni Gigio contribuisce allo start-up artistico-editoriale di Radio Ibiza, emittente dance dello stesso gruppo editoriale. Fondamentale in quello stesso periodo, l’incontro con grandi voci radiofoniche del calibro di Nino Mazzarino e Rosanna Iannacone. Nel 1993 fu invitato dal settimanale Tv Sorrisi e Canzoni al Gran Premio della Radio, Condotto da Maurizio Costanzo e Maria De Filippi, dove la sua emittente ricevette un premio e numerosi riconoscimenti. Nel 1996 l’arrivo a Radio Marte che per Gigio significherà soprattutto una crescita caratteriale, personale e professionale. Paolo Serretiello, editore dell’emittente, dopo qualche tempo, gli affida la direzione dei programmi. Gigio approda a Radio Marte in un periodo abbastanza difficile della sua vita. Grazie alla grande amicizia con Mimmo Cipolletta, inizia a trasmettere per la storica e blasonata emittente napoletana. Questo era ciò che mancava a Gigio: una soddisfacente gavetta, esperienza essenziale per lavorare nel mondo dello spettacolo e dell’intrattenimento. Gigio si confronta con un pubblico più autentico e meno elitario rispetto a quello delle precedenti esperienze radiofoniche; un vero e proprio bagno di umiltà che prima, un pò per la fortuna di cominciare giovanissimo e un pò per le rigide regole professionali che gli venivano imposte, non gli era stato mai consentito. Una delle sue guide fu Claudio Maddalena, attualmente stimato autore in Rai. Nei primi anni a Radio Marte, Gigio conduce il "Marte Day" (i megaconcerti firmati Radio Marte, con migliaia e migliaia di spettatori), organizza i miniconcerti unplugged "Marte Pianeta Live", trascina più volte il suo staff al Sib, al Nightwave e al Festival del Fitness di Rimini (due eventi nazionali in cui l’emittente rappresenta la regione Campania), coordina e conduce i maxieventi allo Stadio S. Paolo di Napoli come i concerti di Gigi D’Alessio e i "Derby del Cuore", è una delle voci della soap-opera in onda su Rai Tre "Un posto al Sole", firma alcune fortunate compilation dance-house, modera alcuni convegni universitari sul tema della comunicazione e dello spettacolo, coordina le scelte artistiche del Pizzafest di Napoli. Gigio Rosa è stato il conduttore ufficiale delCapodanno di Napoli in Piazza Plebiscito (2007 e 2008). Il simbolo del personaggio "Gigio Rosa", è un cappellino rosso, trovata non premeditata come molti suppongono, ma frutto di una fortunata casualità. Furono i primi fans ad associare quel tipo di copricapo a Gigio, riconoscendolo più volte grazie a quell’accessorio così appariscente. Da molti anni Gigio Rosa è per tutti associato al suo cilindro rosso, talvolta bianco, azzurro, in denim jeans, mimetico, etc. (a seconda delle occasioni). Attualmente, Gigio Rosa porta in giro per feste private, locali e piazze, numerosi format di spettacolo: "Taverna Show", "I Love Napoli Show", "Aperitivo iPad-ritive" e il suo classico"Gigio Rosa Live Show", uno spettacolo di circa un’ora in cui, un vorticoso numero di canzoni, ritornelli e gags, coinvolgono tutti i presenti, anche quelli più pigri e di età diverse. Il suo show è adatto sia al pubblico delle piazze che a quello dei locali e delle feste private. Oggi è uno degli spettacoli più richiesti in Campania e Gigio accompagna tutte le sue esibizioni con il tradizionale lancio di cappellini rossi, oltre che gadgets ufficiali "I Love Napoli". Le esperienze televisive di Gigio Rosa iniziano sul network nazionale Odeon Tv, come conduttore di "Soqquadro", una fortunata produzione musicale destinata ai ragazzi, a cui seguirono una serie di altre piccole produzioni regionali. Molte le ospitate e le presenze in trasmissioni musicali sulle reti Rai e Mediaset, in qualità di opinionista. Gigio vanta il primato di essere stato il primo conduttore tv in diretta via satellite da Napoli, grazie ad una rete satellitare privata in chiaro, una novità soprattutto per gli italiani emigrati in tutta Europa; da qui Gigio parte per un tour di serate all’estero in cui incontra migliaia di suoi telespettatori. Nel 2006 torna in tv con una sua produzione: "I Love Napoli – Il bello e il buono della città" che riscuote un ottimo consenso di critica e pubblico. Di recente, è stato più volte ospite in trasmissioni televisive a carattere sportivo e in contenitori quotidiani, invitato a parlare del suo lavoro e delle sue esperienze. Da alcuni anni, oltre a contribuire in qualità di consulente alla gestione artistica della radio, è il direttore eventi di Radio Marte, sovrintendendo a tutto ciò che riguarda l’emittente nelle sue sortite esterne (serate, dirette da piazze ed eventi, fiere, manifestazioni, etc.). Gigio è inoltre consulente per alcuni grandi centri commerciali in Campania, oltre che conduttore di eventi speciali e organizzatore di eventi ideati ad-hoc. Inoltre organizza tour ed eventi, oltre che condurre decine di dirette commerciali, inaugurazioni e feste aziendali per molti noti marchi tra cui CocaCola, Seat, Bacardi, Martini, Fiat, Renault, McDonalds, Wind, Tim, Telecom Italia, Vodafone, H3g, Euronics, (per citare solo quelli più recenti), oltre ad organizzazioni, associazioni ed istituzioni pubbliche.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu